\\ Home page : Articolo : Stampa
L’incerto dopo – Corus di David Navara
Di Angelmann (del 30/03/2007 @ 19:44:22, in Riflettori puntati su, linkato 2625 volte)

Il giovane GM ceco David Navara, 22 anni appena compiuti il 27 marzo, ha imparato a giocare all’età di 6 anni e si è ben presto segnalato come un giovanissimo di notevole talento. Tra i suoi insegnanti e allenatori anche giocatori del calibro di Prybil, Pachman e Jansa. E’ diventato IM a 14 anni e GM a 16 e mezzo. La sua progressione Elo nelle liste Fide di gennaio: 1997 – 2100 , 1998 – 2175 , 1999 – 2375 , 2000 – 2443 , 2001 – 2466 , 2002 – 2531 , 2003 – 2580 , 2004 – 2604 , 2005 – 2644 , 2006 – 2660 , 2007 – 2719 . David si è di recente iscritto all’esclusivo club degli over 2700, in base agli ottimi risultati conseguiti nei diversi campionati nazionali a squadre nella stagione 2005 / 2006 e alla valida performance realizzata alle Olimpiadi di Torino, saltando da 2658 ai 2719 della lista di luglio 2006. Ha fatto seguito il 2726 di ottobre, tornando a 2719 a gennaio 2007. Ancora più importante la conferma di questo nuovo “status” arrivata dalla sua partecipazione al recente torneo A di Wijk aan Zee, dove ha ottenuto il 50% dei punti e una performance di 2717. Il primo torneo “top” è sempre una prova particolarmente difficile, qui validamente superata dal giovane ceco.
Del tutto inaspettati quindi i modesti risultati ottenuti dopo il Corus:

Miroshnichenko (2632) – Navara 1 – 0 (02/02/07 Bundesliga)
Navara – Rustemov (2557) 0 – 1 (03/02/07 Bundesliga)
Pr. Nicolic (2626) – Navara 1 – 0 (04/02/07 Bundesliga)
Lutz (2580) – Navara 1 – 0 (24/02/07 Bundesliga)
Navara – Goloshchapov (2555) 1 – 0 (25/02/07 Bundesliga)
J. Parker (2522) – Navara ½ - ½ (03/03/07 4NCL)
Navara – Macak (2373) 0 – 1 (04/03/07 4NCL)
Navara – Bacrot (2705) ½ - ½ (17/03/07 Bundesliga)
Stocek (2566) – Navara ½ - ½ (18/03/07 Bundesliga)


Partite annotate sul visore QUI

2,5 su 9 contro un punteggio atteso di 6,3 , meno 38 punti elo (che verranno presumibilmente conteggiati con la lista di ottobre, al termine dei campionati) e performance di 2398: una piccola catastrofe! Va detto che Navara è un “fighter” e ignora le brevi patte d’accordo (nelle interessanti statistiche di Stefan Fischl è il primo al mondo in questa specialità!). Ha confermato questo punto di vista in una recente intervista apparsa sul sito della ACP, dichiarandosi favorevole ad una eventuale regola che vieti la patta d’accordo prima della trentesima mossa (l’ACP ha condotto un sondaggio al riguardo); nella stessa intervista, tra l’altro, David considera negativamente la proposta di Ylyumzhinov (condivisa da Kramnik, sembra) di abbassare ulteriormente il limite delle partite a un’ora + 10 secondi per mossa a partire dalla prima. Navara gioca in modo abbastanza brillante, sempre alla ricerca di sbilanciamenti e della vittoria; la sua percentuale di patte è del 43% (superato solo da Morozevich tra i giocatori di vertice). I giocatori così sono maggiormente esposti ad alti e bassi nel rendimento. La sensazione generale nel guardare queste nove partite è quella di un trattamento delle aperture non sempre adeguato, forse con un approccio “sperimentale”, con qualche inaspettata insufficienza tattica nel mediogioco. Stanchezza? Aspetti di reazione all’esperienza del Corus? David studia logica all’Università di Praga e forse è arrivato a queste partite in concomitanza con una fase di studi, non del tutto preparato. Credo comunque che il risultato più probante sia quello di Wijk aan Zee: Navara ha dimostrato di poter tenere il campo con i migliori del mondo ed ha ancora margini di miglioramento.